I servizi di affido minori sono nati per rispondere alle esigenze di crescita dei minori in maniera più tempestiva, dato il protrarsi in molti casi della loro permanenza le Comunità, anche laddove il Tribunale dei Minorenni e i Servizi Sociali abbiano previsto per il minore un progetto di affido familiare. Nella comune visione, si tratta di casi eccezionali, mentre si tratta di un’esperienza possibile per qualunque famiglia. Ecco, quindi, una lista di false verità da sfatare sull’affido Minori:

  1. La burocrazia necessaria per attivare un affido è farraginosa e lunga come quella per le adizioni: no, fortunatamente non è così, il percorso è molto più snello e veloce, seppur siano previsti degli incontri propedeutici. Una importante differenza è che sulla possibilità di accogliere un bambino non è previsto il pronunciamento del Tribunale per i Minorenni. Sono gli operatori che, nel corso degli incontri, forniscono tutte le informazioni necessarie per compiere una scelta consapevole e nell’ottica di scegliere per ciascun minore la situazione più adatta. Un buon abbinamento tra l’affidatario (o gli affidatari) ed il minore è cruciale per il buon esito.
  2. Gli affidi vengono comminati solo verso coppie sposate: falso, possono accogliere minori in affido persone sposate, separate, divorziate e single. L’unico requisito previsto dalla legge è quello di essere maggiorenni
  3. le famiglie con figli non possono ottenere minori in affido. No, si può essere genitori affidatari sia in coppia o se si è single con figli o senza. Inoltre, laddove nel nucleo familiare affidatario vi sia la presenza di altri figli, non vi sono limiti sull’età di questi ultimi.
  4. Chi ha più di 50 anni non può accedere all’affido minori. Anche in questo caso si tratta di una notizia falsa, dal momento che l’unico limite è quello di essere maggiorenni.
  5. I percorsi di affido vengono intrapresi soltanto con bambini piccoli: assolutamente no, possono beneficiare dell’affido tutti i minori, da zero a 18 anni. Addirittura i preadolescenti e gli adolescenti costituiscono un gruppo piuttosto numeroso, che necessita di supporto in una fase delicatissima della vita.
  6. Un altro mito da sfatare è che i minori vengano tolti molto presto: in realtà i progetti di affido hanno una durata variabile: pochi mesi, qualche anno o, in numerosi casi, non avere termine e protrarsi fino al raggiungimento dell’autonomia del minore accolto. I colloqui preparatori servono anche a valutare il tipo di impegno che si intende affrontare.
  7. Una volta che finisce l’affido i rapporti con il bambino devono essere interrotti: no! Una Legge recente ha chiaramente stabilito che i legami affettivi costruiti durante l’affido possono e devono continuare nelle forme e nei tempi più utili per il minore.
    Per ottenere un minore in affido è comunque consigliato rivolgersi ad uno studio legale per lo svolgimento di tutte le pratiche burocratiche in maniera accurata.